21 febbraio 2008

Usciti

dal cinema, ci sorprende una pioggia leggera. A terra, tante piccole macchie. Rotonde e scure, l'asfalto ancora asciutto sembra sporcarsi. L'autobus passa subito. Trema. E spezzetta le parole in bocca. Rallenta. Guardo in basso, attraverso la porta. Il nastro di colori uniformi e lucidi che si ferma dietro al vetro è solo il marciapiede. Sorrido. Saluto e scendo. Non prendo subito la via di casa. Aspetto prima che ripartano: fermo davanti al loro finestrino continuo a salutarli. Lei ride e gli dice qualcosa ma non riesco a leggerle le labbra. Pazienza, mi dico.
E mi incammino.

Sit-In di solidarietà al Coming Out
[...well, I'll go, I'll go, pushin' in the pin..]

9 commenti:

nonsisamai ha detto...

incredibile che ci sia ancora tanta intolleranza...

Parachutes ha detto...

Non appena ho un pò di tempo ti rubo un post

tracina ha detto...

@nonsisamai
ancora più incredibile è stato il silenzio mediatico,soprattutto a livello locale.

@parachutes
paura!

Artella Tordella ha detto...

Eri nascosto sotto il drago mimetizzato tra i danzatori cinesi?

ossimorosa ha detto...

Ma cosa è accaduto?

tracina ha detto...

@artemide
lo sapevo che dovevo andare a vederlo!così ci saremmo incontrati..tra le centinaia di persone presenti..per puro caso..

@ossimorosa
hanno tentato di dare fuoco ad un locale di ritrovo della comunità gay romana,versando liquido infiammabile nella serranda, di notte.Tutto questo davanti al colosseo,mica in un vicolo buio del centro -_-'

ossimorosa ha detto...

Beh, intelligenti eh!
Certo che la gente proprio...ancora mi stupisco di quanta ignoranza ci sia.

fede ha detto...

povero coming out. O_O

Anonimo ha detto...

stavano di certo parlando male di te :-p iihihihih
kiss ross